VERSO IL VOTO – Conte contro il Pd: “L’agenda Draghi, distante dai valori M5s”. Salvini: “Il centrodestra è presente, siamo uniti”

Il Senato

Continuano ancora, le accuse tra Pd e M5s, sempre legate alla caduta del Governo Draghi. Ma, al momento rimane una timida alleanza in Sicilia, dove si sono chiuse le primarie, dove l’eurodeputata Pd Caterina Chinnici, vince la candidatura per le Regionali. Ma, subito dopo Conte, ha voluto mettere in chiaro la situazione con Pd: “In queste settimane, sono cambiate diverse cose, da quando è partito questo percorso. Prima di percorrere la strada di un’alleanza progressista in Sicilia, il Pd dovrà garantire chiarezza sui suoi obiettivi. Ma, dovrà comunicarci se l’agenda ambientalista del Movimento, rientra nei loro piani. Oppure, basta dire che le strade sono due”. Quindi, Conte ha mandato un sonoro ultimatum al Partito Democratico. Ma, il Pd alle Elezioni del 25 aprile, con chi starà? Ancora è presto per scoprire bene tutte le alleanze, ma sicuramente M5S e Pd andranno su percorsi differenti, non starà sicuramente con la Destra, è in arrivo una nuovo gruppo con il nuovo centro? In questi giorni, si sono formati svariati nuovi partiti, assieme a quello di Luigi Di Maio, che promettono al momento un risultato dignitoso di approvazione.

Salvini, parla del centrodestra in vista delle Elezioni. “Il centrodestra è più unito che mai. Lega, Forza Italia e Fratelli D’Italia correranno assieme, anche se resta sul tavolo la questione del candidato premier”. Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, ne discuteranno in un vertice previsto la prossima settimana. Ma, secondo le primissime indiscrezioni, ogni partito proporrà il suo, e chi vince all’interno della coalizione farà le sue scelte. “Io penso, che la regia per quanto successo con la Caduta del Governo Draghi, sia colpa del Partito Democratico. La Lega non china la testa, andiamo avanti per il bene dell’Italia”. Dice Salvini.