Tutti pensano all’Ucraina…mentre il Governo Italiano dovrebbe preoccuparsi di più del portafoglio dei suoi cittadini!

Guerra in Ucraina

La Guerra, tutto il suo dolore, sono una brutta bestia. Bombardare mamme e bambini, crediamo fosse uno dei peggiori crimini contro l’umanità. Informazione Nazionale, dal primo giorno di invasione russa, abbiamo condannato le azioni di Putin. Noi siamo completamente aperti all’accoglienza dei rifugiati, e ad intervenire con ogni possibile aiuto verso le persone che arrivano in Italia.

Ma, esiste un altro gravissimo problema. Da settimane, vediamo la benzina sfondare il muro dei 2 euro all’litro, pane e pasta sono raddoppiati, e lo stesso riguarda il gas e l’energia per cucinare e riscaldarci. Ok in questo momento esiste un conflitto armato in Ucraina, si in Ucraina non in Italia. Il Governo Italiano, deve sempre avere il benessere dei cittadini Italiani al primo posto, risolvere i problemi interni nel Paese, poi forse intervenire contro la guerra. E’ stato fatto questo? Gli Italiani non riescono ad arrivare alla fine del mese, a pagare tutte le bollette e tasse varie….cosa fa per prima cosa il nostro Governo? Sanziona la Russia.

I prezzi saranno destinati a salire ancora, e cosa intendono fare per intervenire? Come prima cosa per importanza, in questa situazione si doveva intervenire con Aiuti alla nostra economia, per abbassare i prezzi almeno in parte. Ma invece, noi tutti paghiamo sempre il prezzo più alto, per una guerra che non interessa direttamente l’Italia e i suoi cittadini.

Ora, tutti i profughi in arrivo dalle zone di Guerra, chi li pagherà? Mentre un cittadino Italiano vede il prezzo della benzina sfondare i 2 euro. Si esiste una guerra inaccettabile, crudele, senza scrupoli ma paghiamo il prezzo di una situazione in cui l’Italia non c’entra direttamente.