Prostitute uccise a Roma, fermato un pregiudicato Italiano 51enne. Interrogato in Questura per sette ore: “Ora la popolazione può stare tranquilla”

Il luogo dell’omicidio nel quartiere Prati

Arriva la svolta nelle indagini sui tre omicidi a Roma. Un pregiudicato di origini romane, Giandavide De Pau di 51 anni, è stato fermato e portato presso il carcere di Regina Coeli, dopo u n interrogatorio fiume di sette ore. Decisivo, secondo gli investigatori, oltre alle testimonianze oculari, anche l’intervento diretto della sorella che ha segnalato il fratello rientrare a casa con i vestiti sporchi di sangue. Inoltre, in Questura, avrebbe anche raccontato le parole dette dal fratello: “Ho commesso un brutto gesto”. Alla luce di questa dichiarazione, e conoscendo le frequentazioni del fratello, la famigliare ha allertato le forze dell’ordine. Dal passato del 51enne, sono emerse indagini per il suo coinvolgimento con la criminalità organizzata, in particolare con il clan di stampo camorrista dei Senese, oltre ad altre accuse di violenza sessuale.

Durante l’interrogatorio in Questura, Giandavide De Pau, ha confessato di essere stato nelle abitazioni delle cinesi e di ricordare la vista di tanto sangue. Mentre, non ricorda di essere stato all’interno dell’appartamento della colombiana, in via Durazzo. Dopo aver vagato per giorni, è rientrato a casa della madre e della sorella, con gli stessi vestiti di quella sera. Nel suo elenco, si aggiungono inoltre, il passato da tossicodipendente e procedimenti penali per la droga.

All’alba al momento del bliz della Polizia, si trovava nell’abitazione della mamma e della sorella a Primavalle. “La situazione, è ora sotto controllo. Riteniamo di informare la collettività che può tornare ad essere più tranquilla. La Polizia di Roma, si impegnerà per evitare che si ripetano simili eventi in città”, così il Questore Mario Della Cioppa. La chiave definitiva per identificare il Killer, è all’interno della chat di incontri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: