I rossoneri debuttano nella nuova stagione della Champions con un pari contro il Salisburgo. Okafor apre, mentre Saelemaekers rimedia.

Saelemaekers festeggia la rete fatta, che conquista il pari al Milan.

I rossoneri, iniziano il proprio cammino nella Champions League con un discreto pareggio. Il punto guadagnato, vale il secondo posto del gruppo E, dietro la Dinamo Zagabria. Alla Red Bull Arena, gli uomini di Pioli soffrono la grande vivacità nel gioco dei padroni di casa, ma al 90esimo, il pareggio per la sfida vista sul campo è giusto e meritato. Pioli, dimostra di conoscere alla perfezione la sua squadra, compresi i difetti, ne da una risposta l’inserimento di Saelemaekers, al momento giusto, ne valso il pari.

Pioli non modifica la formazione del Milan, e propone in campo gli 11 visti nel Derby. Mentre i padroni di casa, scendono in partita con il temibile attacco formato da Okafor e Fernando. Gli austriaci partono subito a mille, e in meno di un minuto Capaldo prima conclude alto di testa, poi il suo sinistro si dimostra impreciso. Il Salisburgo gioca bene, soprattutto in attacco, salvo qualche lacuna in fase difensiva. All’8′ Giroud non approfitta di un’errore di Pavlovic e calcia tra le braccia del portiere avversario. Invece, da una palla persa di Bennacer, nasce il vantaggio del Salisburgo, con Fernando che soffia palla all’argentino servendo Okafor, con il successivo tunnel che trafigge Maignan.

I rossoneri reggono, e riescono a trovare il pari prima dello scadere della prima frazione. Bennacer riesce a farsi perdonare, riuscendo a innescare una ripartenza di Leao, successivamente in area serve Saelemaekers, che con uno stop infila il pari. Nella ripresa, sono moltissime le occasioni per entrambe le formazioni, con il Diavolo che nel finale crea due grandissime occasioni con Diaz e Sesko dopo un’errore di Theo Hernandez. Il Milan, alla prima prova stagionale in Europa, rientra a Milano con un pareggio molto positivo.