Giancarlo Magalli si racconta a Verissimo: “Assente dalla Tv per un linfoma alla milza”. Ora il conduttore è dimagrito di 24 chili, e lancia bordate alla Rai

Giancarlo Magalli si racconta a Verissimo, su Canale 5

Il volto famosissimo di Rai 2, è tornato dopo mesi di assenza in Tv, raccontandosi alle telecamere di Verissimo, su Canale 5. Il conduttore rai, ha raccontato della sua malattia, che lo ha colpito costringendolo ad una pausa forzata dagli impegni televisivi. A Silvia Toffanin, Magalli racconta di essere stato colpito da un linfoma alla milza, con cui ancora sta lottando attraverso le cure. “Mi sto riprendendo un pò alla volta, sono guarito. Tutto è iniziato circa un anno fa, quando sentivo un dolore mentre andavo a letto alla sera, e mi sono recato a fare degli accertamenti”.

Poi continuando a raccontare: “Improvvisamente però le mie condizioni sono precipitate, avevo febbre a 40. Una delle mie figlie che era a casa con me, aveva chiamato un ambulanza. Sotto farmaci, ho iniziato le cure del caso”. Successivamente, in Ospedale è stato accertato il tumore alla milza, il linfoma. “Ringrazio la mia famiglia, che giorno e notte ha vegliato su di me, senza abbandonarmi”, dice Magalli. “In questo momento, sono ancora in cura, attraverso una terapia di recupero leggera”, racconta su Canale 5.

Poi arriva il passaggio sulla Rai, a cui si aspettava un minimo di vicinanza, da quella azienda per cui “lavoro da 50 anni’. “Pago il canone come tutti noi, e aspetto che si facciano vivi. La Rai è la Rai. La conosco molto bene, e so benissimo quali sono i suoi limiti in queste situazioni. La riconoscenza e il ricordo non è il forte della tv di stato. La Rai non è comunque una persona, non è un capo con cui si può avere un rapporto buono o cattivo, è solamente una grande azienda”. Racconta Magalli con qualche dispiacere.

“Ho sentito il direttore Stefano Colletta, tanto per fargli sapere che stavo bene, forse ritornerò a fare i miei show”, dice Magalli senza sbilanciarsi troppo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.