Fano, 23enne trovata uccisa a coltellate. Bloccato l’ex marito alla stazione di Bologna. Era fuggita dalla guerra in Ucraina

Anastasiia Alashri la 23enne ritrovata senza vita

A Fano, in provincia di Pesaro e Urbino, è stata trovata uccisa a coltellate, una 23enne di origine Ucraina, Anastasiia Alashri. Il suo cadavere è stato rinvenuto nelle campagne di Villa Giulia, con i segni ben distinti di tre coltellate. Il presunto autore del folle gesto, l’ex marito un egiziano di 42 anni, è stato bloccato in fuga alla stazione di Bologna Centrale. La giovane, fuggiva dalla Guerra in Ucraina, era arrivata nel nostro Paese a marzo, aveva trovato lavoro presso un ristorante a Fano. Domenica è scattato l’allarme, visto che non si era presentata al lavoro.

Le coltellate, sono state inferte in varie parti del corpo. La 23enne era madre di un bambino di tre anni. Dalle primissime ricostruzioni, l’unico vero movente della vicenda è che la ragazza, separata dall’ex compagno, voleva solamente ricostruirsi una vita con il nuovo compagno. Nella mattina di domenica, Anastasiia, aveva deciso di tornare a casa sua per prelevare alcuni effetti personali. Qui, avrebbe trovato l’ex convivente, con cui avrebbe avuto un fortissimo diverbio. Da quel momento, le sue tracce si sono perse, fino a quando un suo amico preoccupato, si è rivolto ai Carabinieri per denunciarne la scomparsa.

Le ricerche sono poi scattate subito, con l’aiuto degli uomini della Polizia Giudiziaria, in coordinamento con la Procura di Pesaro. Avrebbero successivamente rintracciato il 42enne, nel tentativo di lasciare il nostro territorio via treno. Alla luce dello svolgimento delle indagini, per l’uomo è scattato il fermo per omicidio, e successivamente condotto nel carcere di Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: