Eletti i vicepresidenti di Camera e Senato. Dal Terzo polo è gelo, non partecipa alle votazioni. Ora si procede con le Consultazioni

Completate le votazioni per i vicepresidenti della Camera e del Senato

Passa nei migliori dei modi anche la giornata dedicata alle votazioni per eleggere i vicepresidenti della Camera e del Senato. Giorgia Meloni è sempre più vicina per prendere la carica di nuovo Presidente del Consiglio. Ecco gli otto vicepresidenti del Parlamento: alla Camera Fabio Rampelli (Fratelli d’Italia), Giorgio Mulè (Forza Italia), Anna Ascani (Partito Democratico) e Sergio Costa (M5S). Invece per il Senato, Maurizio Gasparri (Fratelli d’Italia), Gianmarco Centinaio (Lega), Anna Rossomando (Partito Democratico), Mariolina Castellone (M5S).

Ma, non è stata una giornata tranquilla, con nuove polemiche questa volta provenienti dal Terzo Polo. “Una delle opposizioni è stata esclusa. A questo punto, auspichiamo che vi la disponibilità a consolidare che almeno una delle due commissioni di garanzia, Vigilanza o Copasir vada al Terzo Polo”. Tono molto placato, ma che fa infuriare sia Pd che Movimento, che sembrano non lasciare nessuna concessione a Renzi e Calenda. Sulla vicenda interviene il Pd direttamente: “Ad escludere Italia Viva e Azione dalle vicepresidenze della Camere, non sono stati ne gli accordi, ne un’entità indistinta. Ma riguarda una questione di numeri, e di proporzione fra le forze di opposizione”.

Concluso anche il capitolo vicepresidenti, possono partire finalmente le Consultazioni con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Al Quirinale, verranno ricevuti, prima i presidenti della Camera e del Senato, poi i gruppi di ciascun partito. Venerdì, sarà il turno del centrodestra, che si presenterà unito in una sola delegazione. Al termine delle consultazioni, l’incarico fatta eccezione a sorprese dell’ultimo momento, verrà consegnato a Giorgia Meloni, che si presenterà alle Camere per la fiducia alla squadra di Governo. Massimo, due settimane, avremo quindi il nuovo esecutivo pronto al lavoro.