Champions League, la Juve salutano ai gironi, sconfitti 4-3 dal Benfica. Straripante Milan, 4-0 alla Dinamo.

Un momento di gioco di Dinamo Zagabria Milan

Tra le due sfide non esiste paragone, il Milan padroneggia la Dinamo e avvicina gli ottavi, invece la Juve crolla sotto la forza del Benfica e saluta la Champions. In un tormento per i tifosi, con una società che rischia di saltare, la Vecchia signora cade a Lisbona. Ennesima prestazione horror Europea per i bianconeri, che vanno sotto dopo 17 minuti con Antonio Silva. Al 21esimo il momentaneo pareggio di Kean, ma poi crollano sotto i gol di Joao Mario e la doppietta di Rafa Silva. Nell’ultimo quarto d’ora, grazie ad un ritmo meno frenetico dei padroni di casa, arrivano le reti di McKennie e Milik ad avvicinare il risultato.

Per la prima volta dopo 8 anni, la Juventus non riesce a qualificarsi agli ottavi di Champions. Ora, il tutto per tutto vale l’accesso all’Europa League col Maccabi. La sfida andrà in scena la prossima settimana, in uno sfondo grigio per i tifosi bianconeri. Troppa la qualità del Benfica, ma anche troppi gli errori bianconeri, ma il finale rappresenta un possibile fanalino da seguire per le prossime partite.

I rossoneri invece, passeggiano in casa della Dinamo Zagabria. Vincono 4-0 al Maksimir, prendendosi il secondo posto del Girone E, alle spalle del Chelsea. Partita equilibrata fino al 39esimo, quando un colpo di testa di Gabbia porta in vantaggio il Milan, sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nella ripresa la formazione di Pioli dilaga, al 49′ Leao raddoppia con un’azione personale sulla sinistra. Su calcio di rigore, Giroud sigla il tris al 59esimo, mentre scrive la parola fine definitiva, l’autorete di Ljubicic.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: