Attentato a Istanbul, donna kamikaze si fa esplodere in pieno centro. 6 morti, oltre 80 i feriti. Tajani: “Nessun cittadino Italiano coinvolto”

Agenti armati in strada ad Istanbul, dopo l’attentato

Una forte esplosione ha causato 6 morti e 81 feriti, nel centro di Istanbul in Turchia. La causa dell’esplosione, come dichiarato dalle autorità e fonti locali, avvenuta in una via affollata del centro, nel quartiere Beyoglu, vicino a piazza Taksim, alle 16,20 non ancora chiara si riconduce alla pista terroristica.

Erdogan, intervenendo sull’accaduto: “Forse sarebbe sbagliato dire che si tratta di terrorismo, ma dalle informazioni che il mio governatore ci ha fornito, mi dicono che c’è odore di terrorismo in questa vicenda”. Secondo il vicepresidente, Fuat Oktay, a compiere l’attacco sarebbe una donna Kamikaze. “Una bomba fatta esplodere da un’assalitore che da quello che sappiamo, sarebbe una donna”. Subito dopo l’accaduto, alcuni media turchi avrebbero già pubblicato una foto dalla donna sospettata, ma secondo il Ministro della Giustizia Turco, Bekir Bozdag, “la borsa sarebbe stata lasciata li dalla donna, e fatta esplodere con un comando a distanza. La donna è rimasta seduta su una panchina per 40 minuti, all’improvviso si è alzata, con l’esplosione arrivata 1-2 minuti dopo”.

L’immagine della donna sospettata, da un Tweet di un media locale

La via centrale, via  Istiklal, dove è stata fatta esplodere la bomba è piena di negozi e bar, una località turistica di Istanbul molto frequentata. Al momento, come apprendiamo da media locali di Istanbul, si parla di 6 morti e oltre 80 feriti. Il Ministro degli Esteri Italiano, Antonio Tajani ha espresso la vicinanza “al Governo e popolo Turco colpito”. Invece, le Unità di Crisi della Farnesina ha confermato che nessun cittadino Italiano è rimasto coinvolto nell’attentato.

Nella via, dopo il boato è subito grande panico con centinaia di presenti in fuga. Si sentono le urla della gente e il suo di decine di sirene in avvicinamento. La zona, è stata immediatamente chiusa dalle forze speciali Turche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: