Alluvione nelle Marche, dopo lo zaino, oggi ritrovate le scarpe del piccolo Mattia. Proseguono le ricerche

Un momento delle operazioni di ricerca sul luogo dell’alluvione.

Dopo lo zaino scolastico, recuperato nella giornata di lunedì, oggi sono state ritrovate anche le scarpe di Mattia Luconi, il bimbo di 8 anni disperso durante la violenta ondata di maltempo nelle Marche. Il bambino, era stato strappato via dalle braccia della madre in territorio di Castelleone di Suasa, trascinato da un’onda di acqua e fango. Questa mattina, le operazioni di ricerca, si sono concentrate in un determinato punto, in un’ansa del fiume Nevola. In questo preciso tratto di corso d’acqua, si forma una strettoia, dove nelle possibilità ormai possibili da valutare, il piccolo potrebbe essere rimasto incastrato.

Alle operazioni dei soccorritori, hanno assistito lo zio paterno di Mattia e il padre. Nella scorsa giornata, in questa specifica zona, era stata ritrovata l’auto della mamma scampata dalla furia dell’acqua. Le ricerche, si svolgono utilizzando sul campo, addestrati cani molecolari, che sono in grado di individuare una persona in simili condizioni ambientali. Sempre nella stessa zona, in contemporanea, sono al lavoro i vigili del fuoco per rimuovere tronchi di albero e ostacoli.

Invece più a valle, proseguono le ricerche anche di Brunella Chiù, di 56 anni, ancora data per dispersa. Le operazioni, si svolgono in località Barbara nel comune di Ostra Vetere. Brunella, era stata travolta dall’acqua, mentre si trovava con i figli, Noemi di 17 anni trovata morta e Simone, salvo e ritrovato aggrappato ad una pianta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: